I nomi sotto gli adesivi non sono pericolosi.

Vi spieghiamo perché

Ciao a tutti gli amici di Famiglia Adesiva!

Ci sentiamo in obbligo di comunicarvi il nostro punto di vista in merito ad alcune opinioni che circolano in rete riguardo l'utilizzo dei nomi che accompagnano gli adesivi applicati sulle auto.

Chi ci conosce, sa benissimo quanto Famiglia Adesiva sia sensibile a temi importanti a tutela della famiglia e soprattutto dei nostri bambini.

La critica che viene mossa fa leva su un ipotetico sfruttamento del nome, che può accompagnare l'adesivo applicato sulla macchina, da parte di malintenzionati che potrebbero utilizzarlo per avvicinare minori.

A nostro parere, questa scenario descritto in forma romanzata ci sembra eccessivo, illogico e privo di fondamento.

Qui di seguito vogliamo spiegarvi i motivi.

Per prima cosa è doveroso sottolineare che ogni genitore ha l’obbligo di tutela e di custodia nei confronti del minore.

Questi specifici doveri di custodia e sorveglianza, se violati, possono condurre a responsabilità penale, come affermato dall’ articolo 591 del codice penale, che vi riportiamo qui di seguito:

"...chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici [...] e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni".

Questo sta a significare che un minore deve essere sempre in presenza di un genitore o di chi ne fa le veci (scuola, istituti, persone con delega ecc.)

Già da questo punto possiamo comprendere quanto sia surreale, quindi infondato, sostenere che un minore possa essere avvicinato da un estraneo sfruttando le informazioni presenti sull’adesivo applicato, cioè il nome.

Il secondo elemento sul quale riflettere riguarda il fatto che i nostri nomi sono da sempre presenti nella quotidianità: pensiamo al citofono, alla cassetta delle lettere, ai grembiuli per le scuole, alle collanine, ai bracciali ecc.

Persino quando andiamo al parco e chiamiamo per nome i nostri figli, persone non di nostra conoscenza potrebbero ascoltare.

Per non parlare dell’utilizzo dei social network nei quali, oltre al nome, spesso è facile trovare anche foto e altre informazioni dettagliate.

Inoltre, il nome associato ad un adesivo non può essere considerato un dato personale in quanto non è presente un’associazione diretta alla persona fisica, es. una foto. Art 4 GDPR.

Non credete che attribuire la possibilità di un ipotetico avvicinamento da parte di un malintenzionato per la sola presenza dei nomi sotto agli adesivi sia inverosimile, banale e lascerebbe intendere, oltre che giustificare, una grave mancanza di attenzione da parte delle figure genitoriali?

Crediamo che la tematica sia molto più delicata e che la critica mossa sia sterile e pericolosa considerando la sua natura tendenziosa, con l'obiettivo di generare panico e favorire visibilità sui social network.

Finora abbiamo regalato sorrisi a tante famiglie e continueremo a farlo.

Siamo circondati da migliaia di clienti che supportano il nostro lavoro e ci dimostrano fiducia e affetto. In tantissimi ci hanno contattato mostrandoci quanta gioia e felicità i nostri adesivi hanno regalato a loro e ai propri figli:

Vi invitiamo nuovamente a riflettere e a far riflettere chiunque abbia preso con leggerezza il tema, condividendo la falsa notizia in rete.

Fateci sapere cosa ne pensate a riguardo contattandoci attraverso i nostri canali ufficiali:

- Facebook
- Instagram
- mail info@famiglia-adesiva.com

Vi aspettiamo e vi aspetteremo sempre nel nostro negozio www.famiglia-adesiva.com pronti ad ascoltarvi, a stupirvi con i nostri prodotti e a regalarvi emozioni.

Il team di Famiglia Adesiva

Metodi di pagamento accettati